Mariah Carey ha realizzato il suo miglior album del decennio riprendendo il controllo!

Rolling Stone ha recensito in maniera ottimale il nuovo album di Mariah Carey, Caution. Il giornalista ha anche analizzato passo per passo la realizzazione di Caution che definisce il suo miglior album del decennio.

La cantante ha ha abbracciato un nuovo modo di lavorare su “Caution”, arruolando per la prima volta l’aiuto degli Stereotypes, Bibi Bourelly e Skrillex.

Mentre lavorava a The Emancipation of Mimi, MC sperava di riprendersi da Glitter e Charmbracelet, che non riuscirono a soddisfare le sue alte aspettative commerciali (anche se il primo ha sviluppato un seguito fervente negli anni successivi). Si è trovata in una posizione simile mentre si preparava a rilasciare Caution la scorsa settimana. Il suo ultimo grande successo, il duetto “#Beautiful” con Miguel, è uscito cinque anni e mezzo fa, segnando la più lunga assenza dalla Top 20 della sua intera carriera. Inoltre, il suo nuovo album è stato anche il suo primo film su Epic Records dopo una relazione decennale con l’Island Def Jam Music Group (che si è sciolta nel 2014) e poi con Def Jam.

La facilità e la lucidità di Caution, tuttavia, smentiscono la posta in gioco. Carey non prova a spremere i suoi numeri in streaming confezionando l’album con una centinaio di canzoni, e non ci sono squadre inadeguate con impetuosi rapper SoundCloud o goffe collaborazioni internazionali acciottolate. Invece, l’album ci lascia risolutamente senza parole. Ancora più importante, alcune di queste canzoni sono le più forti che Mariah abbia pubblicato in un decennio.

“Non sembra forzato, o che ha cercato di fare qualcosa fuori fuori dal personaggio “, dice Ezekiel Lewis, A & R della nuova casa di Carey, Epic Records. Sylvia [Rhone, che gestisce l’etichetta] dichiara “Volevamo solo dare una tela bianca per Mariah, per darle lo spazio creativo per realizzare la sua visione. È una leggenda e sa esattamente cosa vuole “.

In pratica, ciò significava una riorganizzazione del personale. Al posto di Dupri e Bryan-Michael Cox, che hanno collaborato in gran parte dell’ultimo album della star, Carey ha portato una serie di nuovi nomi. Questo gruppo comprendeva Bibi Bourelly (Rihanna, Usher), Lido (Ariana Grande, Halsey) e Luca Polizzi (Roy Woods, Yo Gotti), musicisti più giovani che non conoscono un universo pop pre-Mariah Carey ha anche chiamato Skrillex, meglio conosciuto per il suo ruolo nella elettronica frenetica e tradizionale nel mainstream, e gli Stereotypes, il cui amore per la produzione sontuosa e  “That’s What I Like” di Bruno Mars gli ha regalato una canzone dell’anno ai Grammy Awards.

Non tutto quello che è finito su Caution è stato così poco formale. “The Distance“, una ballata di R&B selvaggiamente profonda, è iniziata quando Lido e Skrillex erano nello studio di Las Vegas – Lido incentrato su “melodie e armonie”, dice, mentre Skrillex ha gestito “il sound design e fondendolo insieme”.

La traccia del titolo di Caution è iniziata nello studio di casa di Luca Polizzi in Canada. “Volevo fare qualcosa di un po ‘diverso [rispetto alle tracce rap che di solito produco], quindi ho puntato a qualcosa di latino con le chitarre flamenche”, dice. “Sembrava che la tavolozza fosse una canzone pop – gli accordi avrebbero permesso a qualcuno di cantarci sopra – o avrebbe potuto avere qualcuno che picchiava duro sul beat”. SLMN [un co-produttore] è venuto per caso a casa mia; Ho detto, ‘Ehi amico, ho capito questo ciclo, sei interessato a lavorarci su?’ “SLMN ha aggiunto le percussioni e ha portato la canzone a No ID, un produttore veterano di Jay-Z, Nas e molti altri, che ha aiutato a completARE traccia per Carey. “Da quello che ho capito è stato il taglio finale [aggiunto] all’undicesima ora”, aggiunge Polizzi. “All’inizio l’album si chiamava Proceed With Caution.

Sebbene Skrillex abbia lavorato con più artisti pop ultimamente (Fifth Harmony, Justin Bieber), è ancora una presenza inaspettata nell’album di Carey; di solito lavora con artisti di hip-hop e R & B. “Sembrava volerci portare nel suo mondo, e viceversa – è stato un grande matrimonio musicale, per così dire”, dice Lewis, A & R. “E il risultato è stato uno dei più progressivi R & B che sentirete”

È importante sottolineare che nessun produttore ha lavorato su più di due canzoni in Caution. Questo è insolito nel contesto dei recenti album della Carey, che ha comportato pesanti contributi di Dupri e Cox, Terius “The-Dream” Nash e Tricky Stewart. Questa volta, nessun altro oltre a Carey ha un quorum sulle tracce, un sottile cambiamento di autorità per la cantante.

Un fan di Mariah confessa: “Ho finto una proposta di matrimonio per incontrarti ad un concerto”

Ormai ai concerti è quasi diventata una moda: salire sul palco, incontrare il proprio beniamino e, davanti a una folla di centinaia o migliaia di persone, mettersi in ginocchio per fare la propria di matrimonio al proprio amato/a. Se le prime volte è stato accolto con stupore, ora di avanguardia o originale c’è davvero più poco.

Tra chi si è prestato a queste richiesti di pubbliche dichiarazione d’amore (e di intenti), c’è stata anche Mariah Carey, complice di queste sorprese. Quello che, però, la cantante non poteva aspettarsi, è che uno dei suoi fan si fosse inventato tutto quanto solo per poterla incontrare. E lo ha saputo, direttamente dalla voce del protagonista, con una telefonata mentre era ospite del programma di Andy Cohen, Watch What Happens Live.

“Tesoro, devo scusarmi. Ho simulato una proposta di matrimonio una volta al tuo show a Las Vegas tu sei stta così dolce e ci hai invitati nel backstage. Non sapevo come poter attirare la tua attenzione”

Queste le parole del fan, al telefono, davanti ad una stupita Mariah.

Hai davvero finto?

La conferma è arrivata:

“L’ho fatto, tesoro. Mi sentivo orribile nel mentirti ma ho dovuto farlo…”

La reazione di Mariah è stata di sorpresa ma anche senza particolare conseguenze:

“Sai cosa? Non posso credere che tu l’abbia fatto, ma non sono arrabbiata, non sono arrabbiata… Quindi non sei sposato?”

“Oh no, cara, oh no!” la risposta.

“Ancora una ragione in più per la quale non sono arrabbiata” ha replicato lei, ironica, alzando le spalle.

VIDEO QUI: https://youtu.be/mrwbUvjIf4c

Rolling Stone: La fenice Mariah risorge dalle proprie ceneri con “Caution”

La cantante torna con un disco prodotto da Poo Bear, Timbaland e Blood Orange. I tempi delle ballad strappalacrime sono lontani, e va benissimo così.

Gli ultimi anni non sono proprio stati fantastici per Mariah Carey. Le vendite non sono più quelle di una volta, i media non hanno perso l’occasione per massacrarla dopo lo scivolone di Capodanno 2017, e alcune scelte non centratissime a livello di immagine hanno fatto sì che la sua musica passasse in secondo piano – le 8 puntate del reality sulla sua vita non hanno aiutato, credetemi.

Se c’è una cosa che però Mariah ha dimostrato in questi anni, è la capacità di rinascere dalle proprie ceneri, come una fenice. La sua carriera è stata data per finita diverse volte negli anni, a partire dal 2001 e dal flop colossale di Glitter, colonna sonora dell’omonimo e dimenticabile film di cui era protagonista, uscito l’11 settembre (esatto, quell’11 settembre). Qualche anno dopo però sono arrivati The Emancipation Of Mimi, album che le ha regalato l’ennesima numero 1 (We Belong Together, per 14 settimane al top della classifica americana), il ruolo di giudice ad American Idol e diversi altri album, di minore successo ma ben accolti dalla critica. Fino ad arrivare all’ultimo periodo appunto, quello un po’ più travagliato tra divorzio, fidanzamenti finiti male e, come dicevamo prima, qualche scelta sbagliata.

Oggi però Mariah cambia registro, a partire dal management. Tornata alla Roc Nation di Jay Z è uscito Caution, il suo nuovo disco. Un pugno di brani che riportano il suo sound tipicamente r’n’b al 2018, grazie ai nomi che troviamo dietro al banco del mixer. Perché, se sono meno presenti le prove vocali che l’hanno resa grande negli anni ’90, qui è la produzione la grande protagonista, grazie al suono creato da Poo Bear, Timbaland e Blood Orange, con il quale firma il pezzo migliore del disco, Giving Me Life.

L’avevamo intuito dal primo estratto, GTFO, midtempo prodotta dal pupillo di Drake Nineteen85, e abbiamo avuto la conferma con A No No, brano in cui c’è il campionamento di Crush on You di Lil’ Kim, e The Distance, dietro al quale c’è la mano di Skrillex.

Se per voi Mariah è solo la cantante di ballatone alla Hero, questo disco non vi farà impazzire. Gli unici tentativi sono la noiosetta With You, scelta erroneamente cone singolo di lancio – e la finale Portrait, traccia che Mariah piazza con titoli diversi in tutti i suoi album da 15 anni.

In Caution non troverete pezzi strappalacrime sui quali fare playback da paura, ma una serie di brani ben confezionati, nei quali la cantante si racconta sussurrando, di notte, liberandosi delle restrizioni pop a cui spesso è stata soggetta. I fan della prima ora potrebbero sentire la mancanza di una vera e propria hit radiofonica e rimpiangere i fasti del passato. Ma se la conseguenza è avere un disco maturo come Caution, ben venga.

Caution il nuovo album di Mariah Carey disponibile adesso!

 

È arrivato CAUTION, il nuovo album di Mariah Carey.

Caution è il quindicesimo album in studio di Mariah Carey, su etichetta discografica Epic Records. L’album è stato annunciato dai profili social della cantante il precedente 16 ottobre, anticipato da GTFO come singolo promozionale e With You come primo singolo ufficiale dell’album. L’album sarà supportato dal Caution World Tour, il cui inizio è programmato per febbraio 2019.

L’album sta già ricevendo recensioni positive dalla critica statunitense, che lo definisce il miglior album dai tempi di TEOM!

ACQUISTA CAUTION ADESSO

Caution promo: ecco dove promuoverà Mariah il nuovo album!

Mancano solamente due giorni al rilascio di Caution, Mariah Carey e il suo team hanno organizzato un fittissimo tour di appuntamenti promozionali per i prossimi giorni.

Ecco dove sarà possibile vedere Mariah:

11/14- interviste radiofoniche
11/14- MTV Special (registrazioni)
11/14- Genius Level
11/16- Tonight Show w/ Fallon (performance)
11/16- Genius Level
11/16- Mariah Experience in NYC
11 /17- Elvis Duran intervista radio
11/19- Good Morning America (performance)
11/19- @BravoWWHL – Andy Cohen
11/21- Live w/ Kelly and Ryan

Altri appuntamenti verranno aggiunti nei prossimi giorni.